view on Lake como from Wayfarer's Path
view on Lake como from Wayfarer's Path

Sentiero del Viandante, da Lecco a Colico

Difficoltà
2
Distanza
51 km
durata
6 giorni | 5 notti
periodo
Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott
prezzo da
€ 629
Impronta CO2
84 Kg/persona
  1. Italia
  2.  | 
  3. Autoguidato
  4.  | 
  5. Codice del viaggio ITSW500

Romantici borghi di pescatori, montagne maestose che si riflettono nella superficie limpida del lago, ville magnifiche circondate da lussureggianti giardini tropicali e deliziosi villaggi di montagna: a connetterli tutti, itinerari panoramici che si estendono lungo la costa e poi tra le montagne, ogni tappa facilmente raggiungibile in treno.

La sponda Lecchese del Lario è meno conosciuta della sua controparte comasca, ma è oggi protagonista di una meritatissima riscoperta - merito anche dello sviluppo e promozione del Sentiero del Viandante e della Via dello Spluga.

Con le sue belle piazze affacciate sul lago, l’affascinante Lecco gode di una posizione privilegiata e un lungolago percorribile a piedi, perfetto per una passeggiata accompagnata da un gelato (ma occhio e cigni e anatre, che ne sono golosi) - un piacere semplice di cui chi visita Como difficilmente può godere con tanta tranquillità.

Si continua poi verso Varenna, un villaggio dai toni pastello ornato da balconi fioriti, lussureggianti giardini tropicali e una romantica passerella sul lago conosciuta come “Via dell’Amore” - e romantica lo è davvero, anche solo per il pergolato che la adorna nel giusto periodo dell’anno; si può anche visitare Villa Monastero, un trionfo di eclettismo circondato da un bellissimo giardino botanico: l’impressionante varietà di flora ospitata include varie specie esotiche, che per quanto lontane dal proprio luogo di origine hanno trovato nel tiepido clima lacustre la condizione perfetta per prosperare.

Ci dirigiamo al misterioso Castello di Vezio: il castello domina il lago, offrendo una dei più bei panorami della regione, con i due rami del lago di Como che si uniscono in una scintillante distesa di acqua dolce - o akuaduulza, com’è conosciuta nel dialetto locale - in corrispondenza di Bellagio. 

Il percorso si conclude a Colico, l’ultimo villaggio affacciato sulla sponda lecchese del lago, ai piedi del Monte Legnone (la montagna più alta del Lario, con i suoi 2609 metri). L’area di Colico è popolata dall’uomo fin da prima dei Romani; la sua invidiatissima posizione, punto di passaggio strategico tra Valtellina, Valchiavenna e Passo dello Spluga, l’ha resa oggetto di numerose dominazioni.

Una settimana giorni per cogliere la bellezza e il potenziale di questo paradiso poco conosciuto, perfetto da abbinare ad altre destinazioni nel Nord Italia o offrire un punto di vista inedito, più genuino e spontaneo, del lago più glamour d’Italia. 

Da non perdere

  • Esplora la sponda meno conosciuta del Lago di Como;
  • Ammira il panorama sui due rami del lago dall'alto del Castello di Vezio;
  • Percorri la Via dell'Amore di Varenna, una passerella sopsesa sul lago;
  • Meravigliati per lo spettacolo dell'Orrido di Vezio, un vero e proprio canyon nel cuore del paese. 

Itinerario

Giorno 1

Arrivo a Lecco

Arrivo a Lecco

La prima giornata del viaggio è libera, per conoscere la cittadina lacustre di Lecco, sulle sponde del Lago di Como. Esplora la città e ammira il panorama delle aspre montagne attraverso il lago. Se sei fortunato potresti avere la possibilità di vedere i cigni sul lungolago. 

Giorno 2

Treno a Abbadia Lariana e cammino a Lierna, 11 o 19 km

Treno a Abbadia Lariana e cammino a Lierna, 11 o 19 km

Al mattino un breve viaggio in treno vi porterà all'inizio della passeggiata ad Abbadia Lariana. Abbadia Lariana è un posto favoloso dove fermarsi per una nuotata rinfrescante prima di iniziare la passeggiata verso Lierna. Oggi camminerai per lo più su mulattiera ben tenuta e sentiero pedonale della sponda destra del Lago, su e giù per la riva. Merita una visita la Chiesa di San Giorgio a Mandello, prezioso gioiello dell'arte romanica con affreschi della fine del Quattrocento. Ricordati di caricare la tua fotocamera perché ci sono molti punti panoramici sul lago. E' possibile percorrere l'intero tratto partendo da Lecco, aggiungendo circa 8 km dalla passeggiata: questo primo tratto si snoda prevalentemente su sentieri battuti nel bosco appena sopra il lago. Al termine della passeggiata prenderai il treno per tornare a Lecco.

Distanza: 11 o 19 km

Dislivello: +748/-700 m

Giorno 3

Treno a Lierna e cammino a Varenna, 9,5 km

Treno a Lierna e cammino a Varenna, 9,5 km

La passeggiata di oggi è la più impegnativa in termini di dislivello. Si sale attraverso una mulattiera che poi diventa sentiero boschivo. Fai molta attenzione quando il terreno è bagnato e scivoloso. Lungo il percorso ti consigliamo di fermarti per un pranzo pic-nic da un punto panoramico mozzafiato con vista su Bellagio e sul Lago di Como.

Poco prima di scendere a Varenna, fare una breve deviazione per visitare il castello in località Vezio. Ne vale la pena! Si può godere di una vista a 180 gradi sul lago e sulle montagne circostanti. Questo castello millenario è un antico avamposto militare di età altomedievale, fatto costruire dalla regina longobarda Teodolinda a difesa del lago e dei borghi circostanti. La meta di oggi è Varenna, un gioiello ricco di storia e di carattere unico.

Distanza: 9,5 km

Dislivello: +850/-866 m

Giorno 4

Da Varenna a Dervio, e treno a Colico, 10 km

Da Varenna a Dervio, e treno a Colico, 10 km

Inizia la giornata con una tranquilla passeggiata di riscaldamento lungo il lago. Dopo la colazione, saluta Varenna costeggiando seguendo la sponda orientale del lago, seguendo il "Sentiero del Viandante". A metà della passeggiata suggeriamo una visita all'Orrido di Bellano. Si tratta di una gola naturale creata dal fiume Pioverna che nei secoli ha scavato gigantesche buche e affascinanti antri. I suoi scuri anfratti e il cupo rombo dell'acqua che zampilla hanno ispirato molti autori e ne hanno fatto una delle più apprezzate attrazioni turistiche del lago di Como. La Cà del Diavol evoca la paura e l'idea di rituali satanici, cogliendo tutto il fascino misterioso di questo luogo. L'itinerario segue poi una ben battuta mulattiera fino alla destinazione odierna, Dervio. L'ultimo tratto della passeggiata è il più bello dal punto di vista panoramico. Avrai molte possibilità di goderti la vista fermandoti per un picnic, prima di prendere un treno per raggiungere Colico.

Distanza: 10 km

Dislivello: +575/-560 m

Giorno 5

Treno per Dervio, e cammino da Dervio a Colico, 13 km

Treno per Dervio, e cammino da Dervio a Colico, 13 km

Da Dervio il sentiero risale la montagna su una ripida scalinata in acciotolato, per poi scendere gradualmente verso Colico. Quasi a metà della passeggiata potrai vedere le vette innevate delle Alpi apparire davanti a te. A Colico hai la possibilità di fare una nuotata rinfrescante sulla spiaggia nel centro del paese. Se arrivate presto vi consigliamo di visitare l'Abbazia di Piona, o più precisamente il Priorato di Piona, tipico edificio d'arte comacina in pietra squadrata a vista, raggiungibile anche dal lago in battello, un gioiello raro dell'architettura romanica lombarda. Situato sulla penisola dell'Olgiasca, di fronte a Gravedona sull'estrema punta del ramo di Lecco, offre una splendida vista panoramica sulla costa occidentale del Lario, oltre alla possibilità di assaporare la tranquillità e la pace di cui godevano i monaci cistercensi che ci abitano ancora oggi.

Distanza: 13 km

Dislivello: +658/-674 m

Giorno 6

Arrivederci Colico!

Arrivederci Colico!

I nostri servizi terminano dopo la colazione, almeno che non abbiate prenotato notti extra

Dettagli

È il viaggio per me?


Un viaggio perfetto anche per chi è al primo cammino, che permette di scoprire la sponda meno conosciuta del Lago di Como, quella lecchese. Si cammina con viste continue sul lago e le montagne lariane: alcuni tratti potrebbero risultare fastidiosi a chi soffre di vertigini. Le tappe sono tutte collegate da una linea ferroviaria, quindi è facile saltarne una nel caso in cui volessi concederti un giorno di relax. 

Cosa è incluso


La quota comprende

  • 5 pernottamenti in camera doppia in hotels *** ,B&B e agriturismi con prima colazione
  • trasporto bagagli da albergo ad albergo
  • Descrizioni dettagliate del percorso in formato digitale, mappe, tracce GPS e App
  • Credenziale del Pellegrino
  • assicurazione medico-bagaglio
  • supporto telefonico 24h su 24

La quota non comprende

  • viaggio per raggiungere le località di arrivo e partenza
  • i pranzi e le cene, salvo dove diversamente indicato.
  • le visite e gli ingressi - le mance
  • gli extra di carattere personale
  • eventuali tasse di soggiorno
  • tutto quanto non specificato sotto la voce “la quota comprende”

Servizi aggiuntivi

Si possono richiedere oltre ai servizi compresi nella quota

  • supplemento camera singola
  • assicurazione annullamento
  • eventuali transfer per arrivare alla località di partenza o per ritornare dal punto di arrivo, che potranno essere quotati su richiesta
  • guida ufficiale del cammino spedita al primo hotel
  • documentazione di viaggio cartacea (descrizione del percorso e mappe), spedita al primo hotel

Sistemazione


Lavoriamo con hotel 3*, B&B e agriturismi che rispecchiano il nostro modo di vivere il viaggio: sono strutture confortevoli e di carattere, che scegliamo una per una, gestite da persone appassionate e accoglienti.

Se non specificato diversamente nella scheda di viaggio, tutte forniscono camere private con bagno interno e colazione inclusa. 

Qui di seguito vedi alcuni esempi delle strutture utilizzate per questo viaggio, ma considera che potrebbero variare in base alla disponibilità del periodo. Potremmo quindi prenotare per te delle strutture diverse da quelle che vedi qui elencate, ma di pari categoria e scelte con cura secondo i criteri SloWays. 

Hotel Alberi - Lecco
Hotel del Sole - Varenna
B&B La Casa del Poeta - Dervio
Hotel Risi - Colico

Quando viaggiare


La regione dei laghi italiana e svizzera sperimenta estati calde con temporali pomeridiani frequenti. Luglio è il mese più caldo con una temperatura media di circa 20 °C, con picchi che possono raggiungere i bassi 30°C. La neve può ancora essere trovata sulle vette più alte fino all'inizio dell'estate. Si consiglia di informarsi sulle previsioni meteorologiche prima di partire per la giornata, specialmente in ambienti montani. Chiedi ai tuoi ospiti ogni mattina prima di iniziare la camminata.

Cosa portare


Maglie e pantaloni
Vi consigliamo di indossare pantaloni e pantaloncini comodi e magliette traspiranti: asciugano rapidamente, non assorbono umidità e sono acquistabili in molti negozi. Vi consigliamo di portare un paio di pantaloni larghi a indossare la sera. I pantaloncini sono utili in giornate particolarmente calde e umide.

Scarpe
L’importanza di avere un buon paio di scarpe è primaria. Vi invitiamo ad indossare scarpe robuste e di buona qualità, in grado di affrontare le diverse tipologie di terreno. Leggeri, resistenti all’acqua, traspiranti e con una buona protezione per le caviglie. FONDAMENTALE aver fatto diverse camminate con le scarpe nuove, prima di iniziare il cammino. Invece se le scarpe sono molto usate/vecchie, controllare che non si stia per scollare la suola. 

Scarpe da tennis/sandali
Vi consigliamo di portare con voi un paio di scarpe da tennis o sandali di buona qualità, da indossare la sera e durante le pause in cammino.

Calze e intimo
Portate delle calze di buona qualità, traspiranti e che asciugano velocemente. Ricordate di testarle prima di portarle in viaggio, per valutarne la comodità con gli scarponi. Portate una quantità di intimo sufficiente: tenete presente che le lavanderie a gettoni non sono garantite in tutte le strutture.

Giacche a vento, cappello, guanti
Consigliamo di portare indumenti caldi specialmente per la sera, in primavera e in autunno. Assicuratevi che siano adatti alle vostre esigenze: una giacca a vento leggera va bene anche per le sere d’estate. Se camminate in montagna o sulla costa, il tempo è imprevedibile anche d’estate: dovete quindi essere preparati ad ogni condizione atmosferica: nebbia, neve, pioggia, grandine. Vi consigliamo di avere sempre a portata di mano un paio di guanti e un cappello. 

Giacche e pantaloni impermeabili
Se venite colti da una pioggia improvvisa e indossate il key-way, dovreste rimanere asciutti. Sfortunatamente non tutti sanno che questi capi impermeabili si deteriorano con il tempo, perdendo qualità ed efficacia. In media durano tra 3 e 5 anni. Vi consigliamo di portare key-way con il cappuccio e pantaloni impermeabili con le zip ai lati, facilmente indossabili anche con gli scarponi.

Restrizioni di abbigliamento
Quando entrate nelle chiese o in luoghi di culto dovete indossare un abbigliamento appropriato: in molti di questi luoghi non sono accettati pantaloncini e canottiere. Vi consigliamo di portare una un telo per coprirvi le spalle (utile anche per evitare le scottature).

Borraccia e/o sacca idrica
Quando fai sport è molto importante essere e rimanere idratati, soprattutto se fa caldo. Bisogna bere prima di partire e durante l’attività. Consigliamo molto la sacca idrica perché puoi continuare a bere usando la lunga cannuccia, senza doverti fermare tutte le volte e togliere lo zaino per prendere la borraccia. Questa s’infila dentro allo zaino, ingombra poco perché piatta ed è capiente portando fino a 2Lt.

Bastoncini da trekking
Vivamente consigliati. Possono aiutare, in quanto scaricano una parte del peso dalle spalle alle bacchette. E' stato valutato che è come avere uno zaino pesante il 30% in meno, che non è poco. Ma occorre fare un po' di pratica, dato che la camminata di un quadrupede (con le due gambe naturali e i due bastoncini) è ovviamente diversa da quella di un bipede. Se soffrite di mal di schiena o alle ginocchia oppure non avete un granché di equilibrio, aiutano. 

Informazioni pratiche

Come arrivare


All'arrivo: Stazione di Lecco, puoi consultare il sito di Trenitalia  per gli orari

Alla partenza: Da Colico puoi prendere un autobus o il treno per tornare a Lecco

La nostra App


Se viaggiate con uno smartphone o un tablet Apple o Android, potete scaricare gratuitamente la App di sloWays.

Nella sezione “itinerari” visualizzare il vostro itinerario e sarete in grado di localizzare costantemente la vostra posizione sulla mappa grazie alla tecnologia GPS. Maggiori informazioni su come utilizzare l'app sono contenute nei documenti del roadbook che vi verranno consegnati una volta prenotato il viaggio. 

Tra le funzioni della nostra App personalizzata: 

  • Navigazione offline; non è richiesta copertura internet dopo aver scaricato l'itinerario.
  • Accurata navigazione basata su tracce GPS
  • Autorotazione delle Mappe
  • Descrizione giornaliera dell'itinerario e tabella delle altitudini
  • Vista panoramica dell'itinerario e navigazione a livello strada
  • Allarme e vibrazione che ti avvisano se vai fuori strada
  • Opzione d'emergenza per inviarci la vostra posizione nel caso vi siate persi
  • Possibilità di segnalare un punto in particolare e fare foto georeferenziate per informarci di problemi particolari
  • info sugli hotel 

Wanderlust Nominee Best Specialist Tour Operator 2023
Wanderlust
Nominee Best Specialist Tour Operator 2023
Cambia la valuta:

I tuoi pagamenti online sono protetti.

Metodi di pagamento accettati:

VISA MASTERCARD MAESTRO SATISPAY

I tuoi pagamenti online sono protetti.

Metodi di pagamento accettati:

VISA
MASTERCARD
MAESTRO
SATISPAY
FTO ATTA member
100% Green Travelife
FTO ATTA member 100% Green Travelife

Organizzazione tecnica
S-Cape Countryside Travels srl
Borgo Allegri 16R
50122 Firenze FI
P. IVA 05227330486

© 2024 SloWays. All rights reserved.
Touroperator | S-Cape Countryside Travels srl | Borgo Allegri 16R 50122 Firenze FI, Italia
Partita IVA 05227330486
Questo sito utilizza cookies. Leggi la nostra politica-sulla-privacy.
extraSmallDevice
smallDevice
mediumDevice
largeDevice
largeDevice
largeDevice