sloways
com
Insta FB
 
Blog
 
La mia Loira

La mia Loira

15 Jul 2019
Leonardo Scritto da Leonardo

Fin da quando ero bambino sono sempre rimasto affascinato dai castelli ed i giardini che vedevo nei film o nei cartoni animati. Col passare degli anni sono cresciuto io ma il fascino di queste strutture mi ha sempre accompagnato come i sogni che ci portiamo durante il corso della vita. 

Chissà cosa avrebbe detto il me stesso bambino se gli avessi raccontato del viaggio che avrei fatto qualche anno dopo!

Il mio primo viaggio in famiglia in Europa è stato infatti in bicicletta nella Valle della Loira, in Francia. Ci spostavamo per le tratte più lunghe in camper fermandoci a pochi chilometri dai Castelli per scaricare le bici e raggiungerli godendoci i piccoli paesi nella valle della Loira contornati da uno splendido paesaggio, ovviamente io non vedevo l'ora di arrivare ai Castelli! 

I Castelli della Loira secondo me sono tra i più belli al mondo, circondati da ambienti spettacolari e composti di parchi e diverse infrastrutture dove potersi fermare e trascorrere il tempo per rilassarsi. L’atmosfera che li circonda era molto suggestiva, mi è sembrato di vivere le fiabe che da bambino i miei genitori mi leggevano prima di andare a letto.

Ogni castello ha una propria storia e architettura unica, mi hanno veramente lasciato a bocca aperta. Di questi alcuni mi sono rimasti impressi perfettamente nella memoria, fin dal primo istante in cui li ho visti.

Castello di Chambord

Il Castello di Chambord

Il Castello di Chambord è maestoso, mia mamma si era informata molto su questo castello e ci ha anticipato che avremmo passato la giornata lì. Ero molto incuriosito ma anche perplesso essendo il primo castello del viaggio, non pensavo che ci saremmo fermati per un intera giornata nei pressi del castello.

Una volta arrivati sono rimasto esterrefatto dalla grandezza della struttura e dai suoi giardini super ordinati e curati. La giornata è stata caldissima quindi abbiamo deciso di prendere con calma la visita e stare il più possibile dentro il castello.

Al suo interno questo castello ha delle scale a chiocciola che si intrecciano e vanno dal piano terra fino al tetto, ho passato l'intera salita a pensare che era stata una “brutta decisione”, non avevo mai fatto così tanti scalini in vita mia! Una volta arrivati in cima però la vista mi ha ripagato di tutto lo sforzo fatto: mi sono reso conto che ne era valsa la pena.

Il resto della giornata, come puoi immaginare, l'abbiamo passato a riposarci all'ombra degli alberi.

Castello di Cheverny

Il Castello di Cheverny

Il Castello di Cheverny è il secondo castello che non dimenticherò mai, per una scena a dir poco esilarante che ci è capitata, oltre che per la sua bellezza architettonica.

Questo castello ha una muta di cani da caccia molto famosa, ci aveva incuriositi ed abbiamo deciso di andare a vederli di persona all’ora di pranzo. Non potevamo sapere cosa sarebbe successo di lì a poco. C’era infatti una calca enorme di persone per vedere l’allevatore che dava da mangiare ai cani e ancora oggi ricordo il momento nei minimi particolari: i cani erano tenuti in fila dall’allevatore che una volta preparato il cibo dava il via al pranzo.. il caos!

Castello di Cheverny cani

Da ragazzo che amante dei film animati mi sembrò di rivedere la Carica dei 101, anche se la razza era completamente diversa, ma la goffaggine e la veemenza dei cani era uguale a quella del film.

Un momento assolutamente unico!

Castello di Chenonceau

Il Castello di Chenonceau

Il Castello di Chenonceau, a mio parere è il più impressionante del punto di vista architettonico. Siamo entrati nel parco che lo circonda (ogni castello che non è situato in città è circondato da un parco) ed abbiamo preso questo viale sotto degli alberi al fresco in una giornata stranamente calda.

Alla fine del viale si vedeva il castello, o almeno una parte di esso. Appena ci siamo resi conto che il resto del castello aveva la forma di un ponte, mio padre è corso a fare delle riprese e mia mamma a fare delle foto, mentre io e mio fratello siamo rimasti come sassi con un sorriso stampato sulla faccia.

Il Castello di Chenonceau

Abbiamo passato il resto della giornata in giro per i dintorni del castello perché la nostra visita non è durata molto.

Il Castello di Villandry

Il Castello di Villandry

L’ultimo castello che abbiamo visitato è stato quello di Villandry, con il giardino che era un’esplosione di colori e che mi ha davvero sorpreso per la perfezione geometrica delle aiuole. Anche se ero poco più grande di un bambino con poco interesse per i fiori quel luogo mi ha lasciato senza fiato.

Ogni castello è unico e speciale per le sue caratteristiche, questi sono solo i miei preferiti ma ce ne sono altri degni di nota e da non perdere assolutamente come il castello di Amboise anch’esso maestoso che si affaccia sulla Loira.

Il Castello di Villandry

Il periodo perfetto per visitare questa regione è la primavera, così da poter vivere al meglio ogni angolo di queste meravigliose proprietà principalmente per le temperature miti.

Ad oggi i miei ricordi di questo viaggio sono ancora presenti e forti, riviverli mi emoziona ogni volta soprattutto perché è stato il mio primo lungo viaggio in Europa. Parte molto importante è il tempo, ti consiglio di ritagliarti almeno due settimane se vuoi vedere per intero la regione, sono sicuro che te ne innamorerai come ho fatto io.

Il Castello di Villandry

Per chi si stesse chiedendo della fatica di girare in bici, vi dirò che gli spettacolari paesaggi, i parchi, i castelli e i tipici paesini Francesi vi faranno dimenticare di essere su una bici e pedalare sarà una gioia.

TROVA il tuo viaggio ideale!
TROVA il tuo
viaggio ideale!
Durata?

Informazioni

Organizzazione tecnica
sloWays srl
Via al Castello 8
13883 Roppolo BI
P. IVA 02576590026

Questo sito utilizza cookies. Leggi la nostra politica-sulla-privacy.
extraSmallDevice
smallDevice
mediumDevice
largeDevice